Opertore d’Appoggio

Operatore d’Appoggio

hand

Attraverso il Servizio di Operatore d’appoggio, la Cooperativa Sociale Officina 22 interviene sul bisogno di inclusione sociale di cittadini con problemi di salute mentale che risiedono in famiglia o da soli e necessitano di un supporto domiciliare finalizzato alla ripresa di relazioni sociali.

Tale intervento costituisce per gli utenti un valido strumento sia per stimolare la ripresa e/o la creazione di relazioni sociali sia per sostenere autonomie personali.

L’azione dell’operatore d’appoggio produce delle ricadute positive legate al contesto e alle relazioni familiari, sostenendo e supportando le famiglie verso una corretta gestione della patologia psichiatrica.

Ogni intervento che la Cooperativa Sociale Officina 22 pone in essere non può mai prescindere da un rapporto con i Servizi di Salute Mentale che hanno in carico gli utenti e si basa, infatti, sulla formulazione di un progetto individualizzato, attento ai bisogni di ogni utente, valorizzando risorse e competenze acquisite e mirando al cambiamento di funzioni cognitive e sociali.

Ciò permette di considerare il paziente soggetto attivo, protagonista del proprio processo di crescita e non passivo fruitore di programmi risocializzanti il cui fine è l’intrattenimento e/o l’accudimento del malato.

Obiettivi operativi:

1. area cognitiva: miglioramento dei livelli di autonomia fisica (es. gestione del denaro, capacità di fare acquisti, capacità di prendere i mezzi pubblici, di utilizzare servizi pubblici, richiedere documenti per la pensione ecc.) e psichica (es. capacità di prendere decisioni autonomamente);

2. area sociale-relazionale: favorire l’intrapresa e la partecipazione a nuove attività (ludico-ricreative o laboratoriali ed educative); favorire la creazione e il mantenimento di nuove e vecchie relazioni; migliorare la gestione dei rapporti familiari, con l’equipe e con l’operatore; incrementare il grado di intrapresa sociale;

3. area affettiva-emotiva-motivazionale: stimolare la motivazione ad intraprendere nuove attività e la nascita di nuovi interessi; migliorare la gestione delle relazioni;

4. cura di sé (gestione dell’aspetto e dell’igiene): migliorare la gestione dell’aspetto e dell’igiene (capacità di lavarsi, truccarsi, pettinarsi, radersi, depilarsi, cura dell’abbigliamento ecc.); gestione della vita domestica (inclusa la cura dei figli e del coniuge); favorire la cura della propria salute fisica e psichica;

5. area occupazionale: cercare, trovare e/o mantenere un lavoro o iniziare, mantenere o riprendere gli studi; migliorare la gestione del tempo libero;

6. farmacologia e terapia: favorire l’aumento del grado di compliance, la diminuzione dei ricoveri volontari e TSO, l’aumento del numero di incontri con l’equipe medica.