Principi Guida

Principi Guida

Principio dell’autodeterminazione della persona

Il principio dell’autodeterminazione della persona consiste nel riconoscere e valorizzare il diritto di ogni persona ad assumere un ruolo centrale nelle decisioni che riguardano la propria vita.
Tale principio può essere considerato quello che maggiormente identifica l’operato di Officina 22, poiché la contraddistingue principalmente dalle altre realtà presenti sul territorio, ma soprattutto perché è presente in ogni momento del processo di aiuto ed in ogni relazione instaurata dagli operatori.
L’utente, infatti, non è attore passivo nella relazione e nel processo di aiuto, ma è il principale attore che si impegna attivamente, una volta consapevole delle proprie risorse, nel portare avanti, fase per fase, il proprio progetto personale per liberarsi dal suo bisogno. In questo progetto la cooperativa aiuta l’utente a procedere verso il raggiungimento degli obiettivi, ma non si sostituisce a lui, bensì gli permette di prendere le sue decisioni in libertà e con responsabilità.

Integrazione sociale

Lo scopo di ogni attività deve essere l’integrazione sociale. Un’assistenza o un servizio che, pur potendo realizzare questo, mantiene la situazione di dipendenza e di bisogno è sostanzialmente sprecato e profondamente ingiusto, in quanto offende la dignità della persona.
Crediamo che molte persone che vengono assistite dai servizi socio-sanitari siano in grado, con un opportuno supporto, di essere inserite in esperienze di lavoro.

Motivazione e professionalità nel lavoro sociale

Officina 22 sostiene che lavorare con persone portatrici di pesanti vissuti di sofferenza e di emarginazione non può essere considerato alla stregua di qualsiasi altra occupazione, né tantomeno può essere subordinato al bisogno di lavoro. Pertanto il primo e principale scopo di chi fa parte della cooperativa deve essere l’esigenza di esprimere un’azione di giustizia (difesa e promozione dei diritti) e solidarietà sociale. Lavorare nell’impresa sociale richiede quindi una robusta formazione tecnica ed umana accanto alla motivazione iniziale. Ma la peculiarità del lavorare in questo tipo di realtà è la promozione di una cultura del dono e della reciprocità: tutti i componenti della cooperativa sociale, anche gli utenti svantaggiati, si mettono nell’ottica del supporto e della motivazione vicendevole.

Efficienza e qualità del servizio reso

Nella nostra cooperativa i servizi offerti perseguono come obiettivo il benessere della singola persona, della collettività e di conseguenza rispondono ad un interesse pubblico.
L’operato di Officina 22 si basa su un insieme di regole, incentivi e controlli atti ad assicurare che gli interventi e i servizi resi siano orientati alla qualità in termini di:
– adeguatezza dei bisogni;
– efficacia degli interventi;
– uso ottimale delle risorse;
– sinergia con servizi e risorse del territorio;
– apprendimento e miglioramento continuo.

Territorialità

Il legame organico con la comunità locale, per fronteggiare i bisogni dei cittadini svantaggiati, comporta la necessità di sviluppare un’azione di radicamento, di costruzione di rapporti con i cittadini, con i gruppi sociali e con le istituzioni, finalizzata al perseguimento della promozione umana e dell’integrazione sociale, opzioni queste inconciliabili con una politica volta al solo sviluppo economico e commerciale di chi eroga servizi sociali e/o fa impresa sociale.

Rispetto della legalità, della correttezza formale e della trasparenza degli atti e delle relazioni

Il rispetto della legalità e della correttezza formale, valori universalmente riconosciuti, assumono una particolare importanza nel nostro territorio, dove le pratiche animate dall’interesse e dallo scambio di favori diventano a volte condotta scontata e sistematica.
Sulla trasparenza negli atti formali e amministrativi, è importante per noi sottolineare che il bilancio viene redatto in modo da garantire la precisa individuazione di situazioni e percorsi contabili e sociali.

Partecipazione democratica ed Equità tra i soci della cooperativa

La nostra cooperativa si caratterizza per avere dinamiche realmente partecipative e democratiche, orientate alla sviluppo di relazioni di conoscenza e di collaborazione tra tutti i soci. I soci, infatti, esprimono la linea della cooperativa e si sentono imprenditori e non dipendenti. A tal proposito, dopo un congruo periodo di formazione, nell’ottica di una graduale conoscenza reciproca, la cooperativa si prefigge come possibile obiettivo l’entrata dei soggetti svantaggiati in qualità di soci.
Officina 22, inoltre, osserva il rispetto dei i diritti sindacali fondamentali ed utilizza tutte le forme di flessibilità che vadano incontro alle esigenze dei lavoratori.

Imprenditorialità sana e competitività basata sulla qualità

Lo sforzo di un impresa sociale è quello di coniugare l’indispensabile presupposto dei valori sopra esposti con una sana gestione economica. La competizione diviene un valido strumento per il raggiungimento di tale scopo se viene basata su una ricerca costante della qualità delle proprie attività, degli strumenti adottati e degli obiettivi perseguiti.